Le buone pratiche di Scozia e Nuova Zelanda sull’igiene mestruale

 

La Scozia è stato il primo paese a prevedere l’accesso gratuito agli assorbenti. Dallo scorso 20 Novembre le autorità locali hanno l’obbligo di fornire gratuitamente assorbenti o prodotti per il ciclo mestruale a “chiunque ne abbia bisogno” per contrastare la “period poverty” che impedisce a chi ha un basso reddito di accedere ai prodotti necessari.

 

Anche la Nuova Zelanda ha scelto di intraprendere un percorso simile per combattere lo stigma delle mestruazioni che imbarazza senza motivo tre-quarti delle ragazze tra i 14 e i 21 anni e la metà di loro è stata assente da scuola per motivi legati al ciclo mestruale.

 

Per questo il premier neozelandese Jacinda Ardern ha stabilito che a partire da Giugno 2021, in tutte le scuole del paese, assorbenti e altri prodotti per l’igiene mestruale saranno garantiti gratuitamente a tutte le studentesse.

 

In Italia siamo ancora lontani dal prendere simili provvedimenti e gli assorbenti sono tassati come beni di lusso allo stesso modo del tartufo nero…

 

Ad esempio non si è ancora riusciti a ridurre l’iva sugli assorbenti comuni e le uniche agevolazioni introdotte sono state quelle per gli assorbenti biodegradabili e le coppette che però rappresentano solo l’1% dei prodotti per l’igiene mestruale acquistati in Italia.

Newsletter

Mi iscrivo: