Riccardo Pasqual – Una giornata per chi dorme

Ogni anno, nel venerdì della seconda settimana di Marzo, si celebra la Giornata Mondiale del Sonno. “Sonno di qualità, mente sana, mondo felice!”.

Organizzato dalla World Association of Sleep Medicine nel 2007, per ribadire l’importanza del sonno per la salute psicofisica ad ogni età, nonché per incrementare la qualità della vita in generale.

Uno studio pubblicato su Brain testimonia come sonno, narcolessia e l’incapacità del cervello di regolare i ritmi di sonno-veglia siano curiosamente associati a spiccato talento creativo. “Mai sentito del Sonno di Dalì?”.

La deprivazione del sonno è un problema decisamente serio, con un forte impatto economico.

Nicole Dielen nel 2012 dormì per 64 giorni di fila. “Mangiando e andando al bagno da sonnambula! WOW!”. Nicole soffre della sindrome di Kleine-Levin nota anche come “Sindrome della Bella Addormentata”.

Nel 1977 invece Maureen Westor non dormì per 449 ore (quasi 19 giorni) lottando strenuamente contro l’abbraccio di Morfeo per stabilire questo record! “Non bastano un paio di caffè!”.

Newsletter

Mi iscrivo: