Viene dal latino FIDES, che significa “fede”, ma anche “convinzione, credenza”, dal verbo FIDO (avere fiducia in, avere fede, contare su).

La radice FID (BID) è collegata al sanscrito bheidh = legare (infatti, fides in latino è anche “corda di strumento musicale”) ma anche al verbo greco peitho“convincere, persuadere” fino a pistis, “fede” e pisteuo “avere fiducia”, ma anche “ispirare fiducia”, nella sua forma passiva.

In spagnolo FIDUCIA diventa CONFIANZA, in francese CONFIANCE e anche in inglese CONFIDENCE è una delle possibili traduzioni. Derivano da con-fidere, ovvero “aver fede in qualcuno, affidarsi”, ma anche “dar fede, rassicurare” e, dunque, “fidarsi insieme”.

La stessa radice è infatti quella di FIDANZATI, intesi come promessi l’un l’altro, e di FIDANZA, termine provenzale che prevede un affidarsi reciproco e totale.

In queste sue derivazioni, la parola Fiducia mostra il suo lato più intimamente nascosto: quando c’è fiducia, non si tratta di un cieco affidarsi o essere persuasi, come nella fede, ma di un fidarsi INSIEME, offrire fede, far sentire al sicuro.

La fiducia si costruisce in due, e non può esistere senza l’impegno di entrambe le parti. Come la musica può nascere solo dall’unione stabile tra le corde e lo strumento su cui vengono fissate, la fiducia è presente solo quando tra due persone c’è un legame autentico, profondo e rassicurante.

Iscriviti alla Newsletter