Elisa Macellari – Rimandare a domani può funzionare

Che significa procrastinare? Ritardare un compito per lungo tempo. Un sondaggio del 2005 rivela che più del 20% degli adulti è un “rimandatore” cronico.

Se rimandi costantemente le cose da fare si accumulano e questo ha un effetto negativo sul benessere. Secondo uno psicologo della Carlton Univeristy è un problema di gestione delle emozioni.

Ma…se si tratta di lavori creativi può essere utile! Rimandare i compiti che richiedono innovazione e ricerca per pensarci sopra può condurre a risultati migliori.

La creatività richiede un po’ di tempo, ricerca e sedimentazione. Come scrive Mark Twain in un libro del 1870: “Non rimandare mai a domani quello che puoi fare altrettanto bene dopodomani”. Nota bene: non troppo tempo! È necessaria solo un po’ di procrastinazione per far fermentare le idee.

Newsletter

Mi iscrivo: