Dopo le uova di cioccolato, la bufala sul cioccolato

Nel 2015 si è diffusa la notizia di uno studio pubblicato sull’International Archives of Medicine da ricercatori dell’Istituto tedesco di dieta e salute. Stando allo studio, perdevano più peso le persone che, durante una dieta, mangiano cioccolato fondente.

Diverse testate hanno rilanciato la notizia, che si è però rivelata falsa. L’Istituto tedesco non esiste e Johannes Bohannon, autore principale della ricerca, è in realtà un giornalista scientifico di nome John Bohannon.

Il presunto studio, che si è ispirato ai risultati reali di una sperimentazione clinica, non voleva testare i benefici del cioccolato nella dieta. Aveva lo scopo di valutare la preparazione dei giornalisti scientifici, per scoprire se erano in grado di distinguere uno studio falso da uno vero.

Perché farlo? Bohannon voleva dimostrare il pericoloso legame che talvolta si crea tra le testate e le mode del momento: pur trattandosi di un contenuto scientifico, i giornalisti sono caduti in errore per restare al passo con le tendenze.

Al tempo, solamente un giornalista aveva chiamato Bohannon chiedendo informazioni ulteriori sullo studio, sul campione e sui metodi utilizzati. Se si fossero messe in pratica le regole del fact-checking e vi fosse stata più attenzione per i dati, le cose forse sarebbero andate diversamente.

Newsletter

Mi iscrivo: